Traslosco in vista per l’ufficio postale di via Baroni. Valtorta (Pd): «Entro un anno il Gratosoglio avrà un servizio migliore»

Probabilmente uno degli uffici postali più disastrati della città, con poco personale, angusto e, da quando è arrivato il covid, con perenni lunghe code all’esterno, sta per traslocare. Stiamo parlando dell’ufficio postale di via Baroni

Probabilmente uno degli uffici postali più disastrati della città, con poco personale, angusto e, da quando è arrivato il covid, con perenni lunghe code all’esterno, sta per traslocare. Stiamo parlando dell’ufficio postale di via Baroni 11 (nella immagine), a Gratosoglio. Come annunciato dal consigliere di Municipio 5 Michele Valtorta (Pd) entro l’anno prossimo si sposterà poco distante, in via Saponaro 1, al piano terra di quello che era la “Casa dei genitori separati”, ora semivuota.

«La lunga storia di proteste dei cittadini per locali non in grado di sopportare il numero di utenti del quartiere, le richieste numerose presentate nel tempo ai diversi organi interessati e alle istituzioni cittadine hanno finalmente dato un risultato – ha affermato Michele Valtorta, in questi anni protagonista, sia come abitante del quartiere che amministratore pubblico, di incontri con Poste e Aler e promotore di petizioni e mozioni -. Al momento non è ancora deciso quando verrà effettuato il trasloco presso i nuovi locali sicuramente molto più funzionali e ampi, ma sia le Poste che Aler hanno previsto che l’apertura al pubblico del nuovo ufficio postale sarà nei primi mesi del 2023».

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO