Un cordone per i balilla

La Camera ha votato a larga maggioranza l’autorizzazione all’arresto di Genovese, deputato pd accusato di associazione a delinquere. I grillini esultano e si aggiudicano la vittoria. Se la sarebbero aggiudicata comunque, anche se la Camera

, Un cordone per i balilla

PesteLa Camera ha votato a larga maggioranza l’autorizzazione all’arresto di Genovese, deputato pd accusato di associazione a delinquere. I grillini esultano e si aggiudicano la vittoria. Se la sarebbero aggiudicata comunque, anche se la Camera avesse deciso di rinviare il voto a dopo le elezioni (manovra dilatoria dei complici del delinquente…) o se avesse respinto la richiesta dei giudici (i ladri difendono i ladri…). Purtroppo il pd è stato costretto ad accelerare i tempi del voto per togliere un facile strumento propagandistico ai grillini. Ma io ho le tasche piene di questi balilla di Grillo: non c’è nulla di serio e di organico nel loro operare. E non c’è neppure una logica da controgoverno: solo la quotidiana aggressione (quasi esclusivamente al pd), l’insulto e il dileggio. E tanto chiasso. Confesso che quel minino di tolleranza che la giovane età e l’inesperienza sollecitavano inizialmente è venuto meno. La loro è una logica buia, tronfia, volgare. Sono disciplinati come gli avanguardisti, ma hanno l’intelligenza infantile dei balilla (o dei figli della lupa.) Passate le elezioni europee penso che si dovreebbe attuare nei loro confronti una politica da cordone sanitario. E che nessuna abbia più verso di loro la clemente disponibilità che si ha verso i cretini volonterosi e innocui. Perché non sono affatto innocui.

Piero Pantucci

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO