Un libro sul filo dei ricordi

Tita Matita è una bambina cresciuta in una famiglia davvero unica, in cui era normale esprimersi in poesia, e scrivere versi era un gioco condiviso da papà, zie, fratelli, nonni, prozie… Quella bambina è cresciuta,

titamatita copertinaTita Matita è una bambina cresciuta in una famiglia davvero unica, in cui era normale esprimersi in poesia, e scrivere versi era un gioco condiviso da papà, zie, fratelli, nonni, prozie… Quella bambina è cresciuta, è diventata una donna, si è dedicata ad altri bambini come insegnante, ha conosciuto l’amore, è diventata mamma di Enrico suo unico amato figlio. Il libro narra di questo e di altri doni che ha avuto dalla vita, doni che l’hanno preparata a vincere la sua più grande sfida.

Maria Teresa Mosconi è l’autrice di questo agile, intenso libro, che lega sul filo dei ricordi il suo passato al presente e al futuro… Le prime pagine sono occupate dai racconti recenti. “Scrivendo a Enrico – esordisce – mi è nata dentro la voglia di un cammino a ritroso, con cui raccontare la vita sin dalla più tenera età. E quante sorprese già in questo viaggio della memoria…” è un raccontare lieve, il suo, di affetti, di infanzia spensierata, della sua famiglia, dalle nonne ai genitori, fratelli, zii, cugini, amiche, senza scordare la storia del bizzarro vezzeggiativo TitaMatita. E non dimentica i ragazzi e le ragazze de “I Mille Volti” il gruppo nato sull’onda della scrittura da lei guidato. E poi Enrico, che occupa lo spazio più importante nella sua vita, sempre presente nelle sue narrazioni.

Episodi e frammenti di vita vissuta riemergono tra queste pagine, e volti e luoghi e dialoghi si sovrappongono in un turbinio di emozioni: emerge dai racconti la sua gratitudine nei confronti della vita e la sua fede negli altri. Enrico non c’è più, e nelle ultime pagine del libro Maria Teresa scrive ancora “Caro Enrico, questa volta ti ricordo in un modo tutto particolare. Nei libri precedenti – e non sono stati pochi – ho narrato della nostra speciale comunicazione, del tuo essere poeta, della tua amicizia col gruppo “I Mille Volti” , del tuo allontanarti per sempre da noi… e infine di quel soffio di luce che tu ci ritorni in modo magicamente inspiegabile”. E, come scrive Duccio Demetrio, cultore di memorie e biografie, “La memoria ha bisogno di essere aiutata a non abbandonarci quando se ne comprenda il valore essenziale, il nesso inevitabile con il nostro presente e futuro”.

Titamatita
MariaTeresa Mosconi
Archivio Dedalus Edizioni, pp. 57, 10 euro.

Maria Teresa Mosconi ha pubblicato varie raccolte di prosa e poesia, tra cui “Dal silenzio una voce” ExCogita editore, 2011 e “Un soffio di luce” Archivio Dedalus Edizioni, 2013, libro che raccoglie l’esperienza de “I Mille Volti”.

www.dedaluspoemvideo.it

Lea Miniutti

Elisa Paci, 24 anni, laureata in Comunicazione e Società (Scienze Politiche), blogger e fotografa, ha uno spirito internazionalista, che la porta a viaggare a Milano e nel mondo, in aiuto di chi non ce la fa, siano persone, interi popoli o piccole redazioni digitali. Per lei il reaggae è il massimo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO