Un murales per Casa Jannacci

Mettete insieme un’azienda illuminata, un artista di grido (che fa l’avvocato penalista quando non dipinge), una scuola di grafica aperta al territorio, una casa che accoglie persone senza tetto e avrete un… murales. O meglio, un

Frode_Kandinsky_CasaJannacciMettete insieme un’azienda illuminata, un artista di grido (che fa l’avvocato penalista quando non dipinge), una scuola di grafica aperta al territorio, una casa che accoglie persone senza tetto e avrete un… murales. O meglio, un murales in corso d’opera, poiché è proprio questo quanto sta realizzando in questi giorni alla Casa Jannacci, Frode, street artist molto conosciuto, insieme alle studentesse Beatrice, Veronica e Luana (autrice del disegno) della VC di grafica del Kandinsky.

L’iniziativa è partita da un’azione di responsabilità sociale promossa da Zetaservice, l’azienda che “abita” in viale Ortles, a pochi passi dalla Casa Jannacci, che con questa realtà della nostra zona ha già svolto altre attività, come il cleaning day per la pulizia del viale, mettendo insieme nel settembre scorso ospiti e dipendenti, tutti armati di guanti e ramazze.

«È da due anni che, con il sostegno del Consiglio di Zona 5, stiamo lavorando a questo progetto – ci spiega Paola Caccia Dominioni, responsabile Risorse umane di Zetaservice -. Nelle settimane scorse il bozzetto realizzato dai ragazzi del Kandinsky (nella foto sopra) è stato approvato dalla Giunta e così siamo potuti partire. L’opera che Frode disegnerà rappresenta un mondo, delle mani che s’incontrano, che uniscono tessere di un puzzle, ognuna delle quali è un pezzo di umanità. L’idea è comunicare – ha concluso Paola Caccia Dominioni – i valori di fratellanza e accoglienza, che come azienda condividiamo con i nostri vicini della Casa Jannacci».

Frode_murales_CasaJannacci

Dopo la prima fase di realizzazione degli sfondi e di alcuni dettagli, Frode completerà il disegno nell’arco di una settimana, meteo permettendo.

L’opera si annuncia di grande qualità. L’artista dipinge da 22 anni e ha lavorato a Milano e in Sardegna, realizzando lavori per clienti molto noti, come Armani e Kartell, e per “amici”, come in Zona 6 al Barrio’s ha realizzato il grande dipinto, che celebra le donne della Resistenza. Attualmente Frode sta realizzando un murales sul muro affianco alla chiesa di San Cristoforo, sul Naviglio Grande. L’opera che rappresenta il santo con un bambino è il primo lavoro del genere che viene realizzato nella zona tutelata dei Navigli.

Stefano Ferri

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO