Una recinzione (e non solo) cambierà volto alla piazza Cantoni

Il 3 febbraio scorso, la Commissione Urbanistica del CdZ5 ha dato il suo parere favorevole in merito al Progetto di Unipolsai per la messa in sicurezza delle parti accessibili al pubblico dell’edificio di via Fratelli

rendering_piazza_cantoniIl 3 febbraio scorso, la Commissione Urbanistica del CdZ5 ha dato il suo parere favorevole in merito al Progetto di Unipolsai per la messa in sicurezza delle parti accessibili al pubblico dell’edificio di via Fratelli Fraschini 3, il Residence, e all’estensione della recinzione alla contigua Piazza Cantoni.

È noto quanto entrambe le aree siano state, negli anni, soggette a vandalismi e oggetto di occupazioni notturne, sia per semplice bivacco che per raduno di “disturbatori” del diritto al riposo degli abitanti le case che fronteggiano la via Fraschini e la via Romeo/piazza Cantoni. Dopo l’introduzione del presidente di Commissione Daniele Gilera, l’architetto Franco Zinna, dirigente del Comune, ha illustrato il “rendering” (vedi foto) del progetto per recintare, con una doppia cancellata, sia la parte privata dell’edificio Residence che l’attigua piazza Cantoni, lasciando libero lo spazio stradale di collegamento tra le vie Bugatti/Fraschini e la via Romeo.

Sono previsti, come da rendering:

A) 5 cancelli pedonali a due battenti 2,4 mt
D) 3 cancelli carrai a due battenti 3 mt. per mettere in comunicazione la piazza e la parte privata con l’area recintata
B) 2 cancelli pedonali a 1 battente 1,20 mt
C) 2 cancelli carrai a due battenti 4,4 metri per dare accesso al garage sotterraneo.

Tra gli interventi da segnalare, quelli richiesti dal Comitato Terrazze (presentati dallo scrivente e dal signor Puccini) che hanno ricordato il lavoro svolto negli anni, particolarmente nel corso del 2014, per richiamare la proprietà, oggi UnipolSai, alla necessità di riprendere in carico la gestione delle parti, al piano terra dell’edificio, abbandonate da anni all’incuria e al vandalismo. È stata anche sottolineata una richiesta di comodato gratuito per locali da destinare a usi sociali e presidio di vigilanza. Tema, questo, che è stato in precedenza oggetto di sollecitazione da parte del Comitato nel corso degli incontri di sensibilizzazione con il management della proprietà.

Tranne una voce dichiaratamente discorde, gli intervenuti hanno condiviso, sia pure con distinguo su alcuni aspetti della gestione successiva alla recinzione, il senso del progetto. Che prevede la presa in carico da parte del Comune della regolamentazione e attuazione del piano quotidiano di apertura e chiusura dei cancelli di accesso a disposizione dei cittadini. Da tenere ben presente il piano di pulizia, manutenzione e difesa del decoro.

Prima della votazione, la Consigliera comunale Anna De Censi ha posto l’accento sulla validità dell’anima del progetto, che ha avuto il preventivo benestare della Commissione Paesaggio e il parere favorevole della vicesindaco Ada Lucia De Cesaris; attorno a questo intervento si è poi consolidato il risultato della votazione: 13 sì; 1 contrario; 7 astenuti.

Infine, una concorde sollecitazione è partita dai presenti alla UnipolSAI: moderazione nella richiesta dei canoni di affitto, al fine di incoraggiare imprenditori e responsabili di Associazioni interessate all’utilizzo degli spazi commerciali oggi deserti, sia all’interno della galleria sottostante l’edificio, sia di quelli che si affacciano sulla piazza Cantoni.

Renato Iacono

Laureata in Comunicazione politica e sociale, blogger e fotografa d’assalto, aggredisce la cronaca spregiudicatamente e l’html senza alcuna reverenza (e il sito talvolta ne risente), ma con la redazione è uno zuccherino. La sua passione è il popolo.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO