Val di Mello, un paradiso a due ore da Milano

Un paradiso, come lo descrive il sito www.valmasino.info. Un paradiso che, come tutte le località di montagna, ha conosciuto un vero e proprio boom estivo a causa della pandemia. E tuttavia la Val di Mello

Un paradiso, come lo descrive il sito www.valmasino.info. Un paradiso che, come tutte le località di montagna, ha conosciuto un vero e proprio boom estivo a causa della pandemia. E tuttavia la Val di Mello – riserva naturale dal 2009 – è diventata già da anni (più di quaranta) la meta di sassisti e di appassionati di arrampicata che si misurano su straordinarie pareti e maestosi massi erratici.

Ma non è meno affascinante per chi vuole semplicemente camminare, partendo da San Martino – il paese all’imbocco della valle – per salire dolcemente tra pascoli e qualche antico insediamento, in vista di cascate e cascatelle, con la costante compagnia del torrente e fino al trasparente lago conosciuto come «Il bidet della contessa».

Poco oltre – per chi vuole impegnarsi in una camminata di un paio d’ore con ancora 400 metri di dislivello – inizia la salita nel bosco che conduce fino all’Alpe Pioda. Ma anche la più comoda passeggiata fino al lago è appagante, propone la magnifica vista del Monte Disgrazia e, in ottobre, offre tutta la tavolozza dei colori autunnali. Il rifugio Luna Nascente, che prende il nome da una delle più celebri vie d’arrampicata della valle, è uno dei punti che offrono piatti tipici, ospitalità e suggerimenti.

La Val di Mello si raggiunge in auto viaggiando sino ad Ardenno lungo la statale 38 e poi seguendo le indicazioni per la Val Masino sino all’ampio parcheggio di San Martino; in treno viaggiando con il Milano – Tirano sino a Morbegno e poi prendendo un pullman.

 

 

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO