Via dei Missaglia, il Municipio chiede la pulizia dell’area, Q8 fa tabula rasa degli alberi ma non porta via le macerie

L’area Q8 di via dei Missaglia, dove era prevista la realizzazione di un distributore, poi fermata 4 anni fa dal Tar perché gli impianti previsti erano troppo vicini ai pozzi di captazione dell’acqua, è di

L’area Q8 di via dei Missaglia, dove era prevista la realizzazione di un distributore, poi fermata 4 anni fa dal Tar perché gli impianti previsti erano troppo vicini ai pozzi di captazione dell’acqua, è di nuovo al centro della contrapposizione tra l’azienda petrolifera e il Comitato cittadino difesa ambiente zona 5.

Motivo scatenante l’intervento sull’areadi incaricati di Q8, avvenuto martedì 30 settembre, in mattinata, fermato solo parzialmente dalla protesta dei cittadini, che hanno denunciato un taglio indiscriminato delle piante presenti, anche quelle sane e non infestanti.

Informato di quanto accaduto, il Municipio 5 ha preso posizione sulla vicenda, poiché la richiesta a Q8 fatta dall’assessore al Verde Mattia Cugini per il ripristino del decoro dell’area, chiedeva esplicitamente di limitare l’intervento alla pulizia e al taglio delle piante infestanti, lasciando in vita gli altri alberi e arbusti, oltre che la pulizia dell’area dai rifiuti.

In seguito all’intervento di martedì mattina l’assessore Cugini ha scritto all’assessora al Verde del Comune Elena Grandi per chiedere di verificare se l’intervento di Q8 non è in contrasto con gli articoli 30 e 34 del regolamento comunale del verde e, nel caso, agire conseguentemente.

L’area prima dell’intervento di Q8. Nella foto in apertura dopo l’intervento.

Giornalista dello scorso millennio, appassionato di politica, cronaca locale e libri, rincorre l’attualità nella titanica impresa di darle un senso e farla conoscere, convinto che senza informazione non c’è democrazia, consapevole che, comunque, il senso alla vita sta quasi tutto nella continua rincorsa. Nonostante questo è il direttore “responsabile”.

Recensioni
NESSUN COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO